Integrazione di Ubuntu Desktop con Microsoft Active Directory

Watch the webinar

L’uso onnipresente di strumenti Microsoft abbinato alla crescente popolarità del software open source Linux per le imprese presenta nuove sfide per i sistemi operativi non-Microsoft che richiedono un’integrazione perfetta con Active Directory per l’autenticazione e la gestione delle identità.

L’integrazione di Ubuntu Desktop 20.04 LTS in un’architettura Active Directory esistente può essere un processo automatizzato e senza complicazioni quando si usa System Security Services Daemon (SSSD), il quale automatizza una serie di passaggi che prima richiedevano una configurazione manuale lunga e soggetta a errori.

L’integrazione di Ubuntu Desktop in un’architettura Active Directory esistente può essere un processo automatizzato e agevole

Questo whitepaper fornisce approfondimenti dettagliati e istruzioni step by step per utilizzare SSSD per integrare Ubuntu Desktop in Active Directory, e suggerisce soluzioni alternative nei casi in cui questa non sia un’opzione adatta.

Cosa posso imparare da questo whitepaper?

● Panoramica, vantaggi e svantaggi dell’uso di SSSD per integrare sistemi operativi di terze parti in un’architettura Microsoft Active Directory esistente.

● Procedura dettagliata per la configurazione di SSSD e l’integrazione di Ubuntu in Active Directory.

● Strumenti alternativi per integrare Ubuntu in Active Directory.

  • Inviando questo modulo, confermo di aver letto e di accettare la Nota sulla Privacy e l'Informativa sulla Privacy di Canonical.